L’Home Staging è un intervento di allestimento degli interni atto a migliorare l’immagine di un immobile per favorirne la vendita o la locazione nel minor tempo e ad un miglior prezzo.

L’Home Staging riduce il tempo di vendita di oltre il 66% e lo sconto sul prezzo richiesto dall’acquirente.

L’home staging nasce negli anni ’70 negli States come intuizione: trattare l’immobile da vendere come un prodotto da posizionare sul mercato affinché si distingua dai competitors e venda prima e meglio; nasce con il Marketing Immobiliare.

Le Agenzie immobiliari iniziano così a studiare il mercato, i competitors, i consumatori, a definirne i segmenti, le stagionalità, a valutare i punti di forza e debolezza della propria offerta e ad elaborare una vera e propria strategia di marketing, comprensiva di un piano tattico e del marketing mix per posizionare l’immobile al meglio: prodotto, prezzo e promozione.

L’Home Stager è una figura ponte tra l’Esperto di Marketing e l’Interior Designer.

L’Home Stager con lo studio del colore e l’analisi degli spazi è in grado di valorizzare ogni stanza e ridurre o eliminare i difetti, restituire proporzione, creare una disposizione più funzionale dei mobili e conferire una nuova atmosfera agli ambienti, al fine di incontrare i gusti del maggior numero di clienti per aumentarne le possibilità di vendita.

Per fare ciò l’home stager deve studiare il quartiere (il mercato) dell’immobile, l’offerta dell’area interessata (i competitor), le esigenze dei potenziali acquirenti (il target), i punti di forza e di debolezza dell’immobile (il prodotto) e definire gli obiettivi che si vogliono raggiungere.

Al termine dell’allestimento non resta che mettere in pratica l’ultima componente del marketing mix, ossia la promozione stampando brochure, distribuendo leaflet, creando una landing page, divulgando l’annuncio sui social media e tutti i canali necessari a raggiungere i potenziali acquirenti.

Se vuoi saperne di più scopri come funziona l’Home Staging.