Ogni intervento di Home Staging è diverso dall’altro, ma esistono alcune fasi che si ripetono in ciascun progetto:

FASE 1 – L’ANALISI

L’Home Stager farà un sopralluogo dell’immobile per valutare gli interni ed esterni, fare una verifica di massima delle dimensioni dei locali, annotare punti di forza e debolezza dell’immobile e valutare gli arredi esistenti.

Seguirà un’analisi del mercato immobiliare della zona, uno studio del quartiere e dei servizi che offre; una valutazione dello stabile o del complesso dell’immobile, l’offerta della zona e l’ identificazione di un target .

FASE 2 – LA STRATEGIA

Dati alla mano l’Home Stager elaborerà una strategia di posizionamento che presenterà al Cliente attraverso il Report di Prima Visita personalizzato.

Nel Report presenterà una soluzioni d’arredo; una shopping list o un pacchetto d’allestimento a noleggio; elencherà gli interventi di de-personalizzazione, di riparazione e/o tinteggiatura; il progetto, comprensivo di moodboard e lo studio colorimetrico e il preventivo di spesa.

FASE 3 –  LO STAGING

Durante l’allestimento l’Home Stager eliminerà i difetti e valorizzerà i pregi dell’immobile, aggiungendo complementi d’arredo e/o mobili, eliminando il superfluo, coordinerà piccoli lavori di miglioria, le riparazioni e le pulizie degli spazi. Al termine saranno fatte le foto del dopo intervento da utilizzare nei materiali di promozione.

FASE 4 – LA PROMOZIONE

Al termine dell’allestimento l’Home Stager fornirà al Cliente o all’Agenzia Immobiliare i materiali di comunicazione concordati al fine di promuovere al meglio l’immobile staged.

Scopri a quali immobili si applica l’Home Staging e quali sono i servizi offerti da un Home Stager.