Colori: come abbinarli?

CREARE ATMOSFERA CON I COLORI

 

L’utilizzo del colore è uno dei fondamenti nell’interior design per creare atmosfera. Ma come evitare di cadere nelle trappole del colore e abbinare toni che non c’azzeccano gli uni con gli altri o scadere nel kitsch?

Di seguito poche semplici regole per capire come abbinare i colori ed ottenere l’atmosfera desiderata.

 

I colori si dividono in due macro categorie: i toni caldi (i gialli, i rossi, i marroni) e i toni freddi (i blu e i verdi), che creano rispettivamente un’atmosfera intima i primi e una più ariosa i secondi. Lo stesso colore varia anche in temperatura  e luminosità  a seconda della quantità di bianco o di nero;,e più un tono è scuro più l’atmosfera diventa spirituale,  più un tono è chiaro maggiore è l’effetto conviviale.

atmosferasalotto
Colori scuri per rilassarsi

In teoria è bene evitare di mettere in uno stesso ambiente toni caldi e toni freddi, ma in pratica non è così. Scopriamo quindi come abbinare i colori per produrre effetti scenici e atmosfere nuove.

 

apartment-406901small
Colori chiari per accogliere

Per approfondimenti teorici sul colore, il cerchio cromatico, i primari i secondari rimando all’articolo Teoria dei Colori di Studentville.

La Monocromia

Scegliere un unico colore per la stanza o per l’intera casa è il modo più sicuro e semplice di arredare,  poiché evita accostamenti improbabili, ma può risultare monotono o addirittura oppressivo. L’atmosfera creata varierà al variare del tono scelto e della sua temperatura; ad esempio una casa con un tocco di blu avrà un’atmosfera armoniosa e rilassante; un tocco di arancione produrrà un’atmosfera vitale e accogliente.

monocromiasmall

Nonostante utilizzare un unico colore possa sembrare semplice ci sono errori da evitare e consigli per ottenere un effetto non banale.

 

Il primo errore da evitare è quello di colorare l’intera casa del colore scelto e creare l’effetto scatola; il consiglio è quello di utilizzarlo solo nei complementi d’arredo e nei tessuti, mantenendo le grandi superfici, muri e pavimenti, neutre.

RosaIl secondo errore da evitare è quello di utilizzare lo stesso pantone o codice colore ovunque, immaginate gli amanti del total pink, l’effetto sarebbe casa della Barbie. Il consiglio è quello di introdurre lo stesso colore in varie gradazioni. Ad esempio, se scegliamo il fucsia come colore dominante, potremo usare toni più chiari come il glicine o più scuri come il viola per creare piacevoli contrasti.

 

 

Abbinamento per analogia

Analogia uguale somiglianza,  nella teoria del colore accostare due/tre toni adiacenti nel cerchio cromatico (immagine sotto) non è mai sbagliato; un esempio di analogia potrebbe essere accostare il verde al giallo.

CerchioCromaticoI colori adiacenti si sposano bene tra loro, garantiscono armonia, danno un senso di vivacità e movimento alla casa e creano un effetto originale.

Unendo cinque colori adiacenti si ottiene l’analogia estesa, che nell’esempio sopra includerebbe anche il blu da un lato e  l’arancione dall’altro, un accostamento che potrebbe non incontrare i gusti di tutti gli inquilini, ma l’importante è non esagerare mai con la grandezza delle superfici colorate e utilizzare il colore per mobili e complementi.

colori complementari

 

Abbinamento colori complementari

Abbinare due colori complementari, ossia opposti nel cerchio cromatico, è una tecnica che crea un ambiente allegro e appariscente.; e se  è vero che gli opposti si attraggono anche nei colori sembra funzionare! Nel cerchio cromatico in un emisfero stanno i colori caldi e in quello opposto i colori freddi; unendoli l’effetto prodotto sarà originale e vivace.

Per evitare l’effetto too much i colori complementari dovranno essere usati moderatamente e su piccole superfici, come cuscini, tappeti, vasi e quadri,  alternandoli a creare macchie di colore omogenee qua e là; e le grandi superfici dovranno essere di colore neutro: bianche, beije, panna, tortora.

Un esempio di allestimento con tre colori complementari divergenti: viola, arancio e verde.

complementaridivergentismall
Colori complementari divergenti

Alcuni consigli per abbinare i colori con i mobili

Cambiare look alla casa tinteggiando le pareti, sostituendo le tende e i tappeti e acquistando nuovi cuscini è possibile ma ecco alcuni consigli per scegliere i colori dei complementi in sintonia con il colore dei mobili:

  • i mobili di legno con toni chiari e decappati si sposano perfettamente con pareti e pavimenti dai toni scuri e freddi. Per smorzare il forte contrasto sarà sufficiente scaldare l’ambiente introducendo alcuni elementi dai colori caldi e complementari rispetto ai toni freddi presenti;
  • i mobili di legno scuro, come il mogano o il venghè, si abbinano a pareti dalle le tonalità chiare che conferiscono luminosità all’ambiente;  per renderlo accogliente è bene scegliere colori caldi per i complementi d’arredo;
  • i mobili con linea moderna, in colori come il bianco, il nero o il grigio richiedono colori a contrasto alle pareti, ma per evitare di avere un ambiente asettico e completamente impersonale il consiglio è di introdurre complementi dai colori caldi, freddi o complementari a seconda dell’effetto ricercato.

 

Fonte immagini: pixabay.com